Dimmi cosa vedi

by Malamanera

supported by
/
  • T-Shirt/Apparel

    We have a awesomes T-shirts.....Red,yellow,Black and green....for all taste!!!
    ships out within 2 days

      €10 EUR or more 

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €9.90 EUR  or more

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Comes in a lovely gatefold card case, with artwork by Ryan Spring Dooley.

    Includes unlimited streaming of Dimmi cosa vedi via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 2 days

      €10 EUR or more 

     

1.
2.
04:06
3.
03:49
4.
5.
03:32
6.
7.
8.
9.
10.
03:17
11.
12.
02:56
13.
04:11

about

Letizia Papi: Vox
Gianluca De Vito Franceschi: Guitar,Chorus
Emiliano Pasquinucci: Keyboards,Acordeon
Jury Carmignani: Bass,Chorus
Leonardo Orlandi: Drums,Chorus,Percussion


Registred and protected Under Soundreef License

credits

released May 15, 2017

Lyrics: Letizia Papi - Gianluca De vito Franceschi
Music: Letizia papi - Gianluca De Vito franceschi - Emiliano Pasquinucci
Arrangements: Malamanera
Recording,editing,mixing,mastering: Emiliano Pasqunucci at Solaria Home Record,Piombino,Livorno,Italia

tags

license

all rights reserved

about

Malamanera Piombino, Italy

The Malamanera was born in the early 2014.
The band is composed by:

Letizia Papi: Voice
Gianluca De Vito: guitar and voice
Emiliano Pasquinucci: Keyborads, acordion,flute
Juri Carmignani: bass
Leonardo Orlandi: drums and percussion

The sound is an original mix of Rumba,Latin Reaggae,Tropical Dub,Cumbia and Ska.


Good listening

Malamanera
... more

contact / help

Contact Malamanera

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: Piccola goccia
PICCOLA GOCCIA

Chi sei che nella notte
mi svegli la mente assente
Vorrei poterti dire
non mi importa niente la gente
delle cose di oggi e domani
mi stringi le mani elegante
se è rosso di sera
sul cuore si spara
spera
Io non ho amato nessuno solo te
che non so chi sei
sei l’ombra dei desideri miei di ieri
mi fai bere l’amore che scende dentro me
infiammabile calore
una vampa mi cura il cuore
Come piccola goccia cado
sulla sabbia caliente
Sola è la luna in mezzo alle stelle
la pelle è nuda ardente
aspetto il mattino fra i baci tu taci mi fai paura
cammino e il rumore del mare
rinnega la sera, l’aurora
Io non ho amato nessuno solo te
che non so chi sei
sei l’ombra dei desideri miei di ieri
mi fai bere l’amore che scende dentro me
infiammabile calore
una vampa mi cura il cuore.
(Papi - De vito - Pasquinucci)
Track Name: I tuoi occhi
I TUOI OCCHI

I tuoi occhi vedono solo se tu vuoi vedere
Appartati in un angolo e lascia che la tua giornata
Scorra rapida e indolore arrivando alla sera
Consumando l’aperitivo al bancone del tuo bar
Chiedendo il risultato di una partita
Conformati e assenti nella vita politica
Perversi e onnipotenti in quella mediatica
Ricordando che l’Africa è solo una canzone
e perché arrivi qua ha bisogno di un barcone
quanta gente troppo persa non riesce più a credere
che ogni intima paura sia confessabile
Preparandoti al fine settimana
con l’attitudine di una bambina
guardando alla televisione
qual è il format che va di moda
memorizzando le parole da dire al cellulare
e qualche istante dopo poterle pubblicare
Siamo pieni di mostri e un sacco di paure
però scendiamo in campo con armi ed armature
I tuoi occhi vedono solo se tu vuoi vedere
I tuoi occhi vedono solo se tu vuoi vedere
sorretti dagli eventi di questa grossa nave
che per restare a galla butta la gente a mare
(de vito)
Track Name: Para Diego
PARA DIEGO

Tu lo entiendes todo
la union definitiva
sufres gozas amas
rabias besas ries
nacemos para lo mismo
Querer descubrir y amar
lo descubierto oculto
con el dolor de siempre
de siempre perderlo
Eres bello tu belleza yo te la doy
suave en tu enorme tristeza
amargura simple
arma contra todo lo que no te libera
rebelion contra todo lo que te encadena
te amas quiereme como centro
yo como a ti
No lograré mas
que un recuerdo prodigioso
de que pasaste por mi vida
dejando joyas que no recogere
sino cuando te hayas ido
No hay distancia hay tiempo
distancia tiempo
oyeme oyeme acariciame
con lo que busques
y con lo encontrado
Me voy a ti y a mi
como toda la cancion mirada
(Papi - De vito)
liberamente tratto dal
diario di Frida Kahlo
Track Name: Acqua che scorre feat. El Mao
ACQUA CHE SCORRE feat El Mao
Camminando senza una meta
un lusso che non va con la mia età
Ci insegnano a riconoscere i segni
per poter vivere una vita piena di impegni
Prima la scuola poi il lavoro e l’aldilà
dimenticando di insegnarci l’adesso e il qua
un’ utopia realizzare i tuoi sogni
utopia una parola che nessuno dice già
E’ più facile controllarci se viviamo quotidianità
ed immagina se tutti i giorni
cambiassimo i programmi solo per metà
svegliarsi e decidere di giocare
non producendo come cani col collare
cosicché le tue velleità siano…
dopo le mie priorità
Mi son svegliato e ho lavorato
però a nessuno è interessato
Mi sono alzato e ho protestato
e le divise hanno picchiato
inutilmente si perde tempo in
troppe cose senza senso
per arrivare in tutto questo a dare più valore…
alla plasticità
Ognuno col suo tempo ognuno a lavorar
e non parlatemi più della dignità
poiché l’unico luogo in cui ci sta
lo so per certo che non vi piacerà
è un luogo dove non cercate neanche
più la voce di chi avete amato o anche solo un momento…
la voce di chi avete…amato già
Non riusciamo più a vedere figuriamoci ad ascoltare
non riusciamo più a dar valore alla terra al cielo e al mare
non riconosciamo più i segni madre natura ci insegni
che …madre natura ci insegni
Acqua che scorre che viene e che va….
(De Vito)
Track Name: La cella
LA CELLA

Hanno buttato via le chiavi della cella
dove la folle bella rinchiusa se ne sta
negata è la pazzia si somma all’impotenza
amore e riverenza verso l’umanità
si segna sulla fronte
per chi ha avuto solo il padre
lo spirito e le capre ha tentato di salvar
le offrono ogni giorno l’elettrico ritorno
verso il suo nido bianco lo sguardo se ne va
socchiude gli occhi grandi
sorride mentre piange
per quel pensiero stancomenzogna o verità
vorresti una carezza un bacio sulla fronte
il tuo filo di perle chissà dove sarà
E dentro la montagna i segreti dell’amore
cosa vi siete detti nessuno lo saprà
dalla locomotiva lo sbuffo del vapore
le trecce sono sciolte una donna riderà
e giorno dopo giorno la vita era di vetro
dell’orfico tramonto la nostra eredità
il poeta è licenziato se finto è il suo dolore
contate son le ore a chi vanta falsità
travolto dal profumo il narciso di nessuno
il tanfo del suo fumo giunge fino all’aldilà
* “Felice chi è diverso essendo egli diverso
ma guai a chi è diverso essendo egli comune”
(Papi - De vito -Pasquinucci)
*cit. Sandro Penna
Track Name: Del sangue non siamo padroni
DEL SANGUE NON SIAMO PADRONI

Quanta parte di verità
c’è dentro ognuno di noi
piccole storie fatte di
frammenti infiniti
ricordi che nello scorrere
del tempo
ritornano con un velo
tutto intorno
c’erano stati minatori
poi banditi e partigiani
operai e militanti
testimoni muti
di troppi cambiamenti
Compagni mariti e padri
come in un gioco di fantasia
amanti amiche e madri
come in un sogno di poesia
ritornano le storie
ritorna la pazzia
ritornano anche i morti
affinché del sangue
nessun padrone sìa
(De vito)
liberamente tratto dal libro
omonimo di Ilio Barbieri
Track Name: Yo creo en mi
YO CREO EN MI

Accarezza il mio viso prima che me ne vada
vado da sola verso la terra e il mar
nll’isola del sentimento
il porto dove soffia il vento
non credo al divino e in dio
io credo in me
Me olvidaré de escribir yo quiero solo vivir
No habran palabras de amor para nadie
Me olvidaré de llorar entre la tierra y el mar
Solo me falta empezar empezar a vivir
Lasciami un bacio alla porta di casa
sulla sponde del fiume se un giorno tornerò
ritroverò il ricordo e il calor
il tenero abbraccio che c’e’ tra l’odio e l’amor
Yo andaré con mis pies
Sonando un mundo al reves
donde merezco el amor
de mi corazon
Florece el perfume de amor
No yo no quiero dolor
Lo siento me quedo aqui
Yo creo en mi
Ninguno de los demas quiere enganar otro
Pero se cae en la trampa en realidad
Somos nosotros que
Dejamos espacio al querer
Somos la causa de nuestro dolor alguna vez
Yo andaré con mi piel enfrente al viento andaré
Desnuda y con la sonrisa en la cara me encontraré
Yo cantaré y andaré el aurora abrazaré
Yo no me olvido de mi, yo creo en mi.
(Papi)
Track Name: Spleen feat. Patrick Benifei
SPLEEN feat Patrick Benifei

Vago e impalpabile
col tuo spleen sulla riva del fiume
finzione o realtà
conta poco la verità
ciò che sembra poi spesso non è
non capisco il bisogno di te
ma la parte più bella di me hai visto dov’è
Eccolo qua un pezzetto di cuore ti servirà
puoi portarlo a spasso la sera
dietro alle sbarre della tua galera
o quando sciogli la musica
ed infiammi di note l’aria
stretto nella tua mano un incendio
che brucia piano
I tuoi occhi accessibili
ma la tua anima è incatenata
la vanità del dolore oramai è appassita
ed il sole mette a nudo il difetto
non conosco ancora il verdetto
coraggioso o imprudente
figlia d’arte si parte
io strappo le carte
Eccolo qua.......
Io vado via per le strade della poesia
porto acqua alle anime perse
e la notte ci attende
e una radio sintonizzata
sulla nostra canzone cantata
la burrasca che scuote la sera
io abbracciata al pensiero di te
Eccolo qua…..
(Papi - De vito - Pasquinucci)
Track Name: Soy de la Luna
SOY DE LA LUNA
No soy de aqui non soy de allà,
basicamente yo
podria ser de la luna
y cuando veo a la gente
morirse dentro
aplastadas por las costumbres
siento quemarme el alma
se apaga el sol de verdad
se cae la ciudad
Amigo mio, no me olvido
de los suenos de chaval
cuando babylon era solo una cancion
Yo no me olvido de los martires
que nos dejaron ya
Se apaga el sol de verdad
se cae la ciudad
Quiero salir, salir da esta pesadilla
despertarme, en un mundo al reves
mirando a quien tiene los dientes
comer el pan caliente
y a quien no los tienen comer
de la boca de los demas
(De vito)
Track Name: Tatu'
TATU’

Tatù dai su fattene uno anche tu
Hai un bambino appena nato
il suo nome va stampato sulla pelle
Tatù preferisci Che Guevara o Gesù
L’importante è far vedere
che sei rivoluzionario anche tu
Tatù dimmi domani cosa rastafarai
con Bob Marley sopra al petto
io rastone ti rispetto però
c’è John Lennon su un polpaccio
trovo che non sia malaccio
È un nostalgico dei Beatles che per cena
mangia noodles per sentirsi Yoko Ono
Tatù scarabocchiati su un braccio anche tu
con il gotico o il cirillico le cifre
del tuo nome e di tua moglie
Tatù vuoi dimostrarci che la ami di più
tu sei un tipo molto trendy si di soldi ce ne spendi
Ma è la carpa che c’ha il posto d’onore
nella Hit tatuaggi del cuore
e il tribale tiene botta no la gente non si è rotta
Tatù mamma perdona-mi piaceva di più
per i tipi supertosti galeotti e pederasti
Tatù sei pitturato più di un capo sioux
e i tuoi amici strafighetti con il gel sopra i baffetti
Tatù àncore e dadi you know i’m no good
la poesia sull’avambraccio
quasi quasi me la faccio
E’ una frase di Neruda
che si vede se sei nuda
ma è un errore non è vero
la poesia è della Medeiros
puoi vedere anche su Google
(Papi - De vito - Pasquinucci)
Track Name: Luz de parada
LUZ DE PARADA

La gente son personas
en la plaza que tengo enfrente
lindas sonrisas y ojos diferentes
ademas son corazones
que hablan,que se abren
a sus suenos y me cuentan
de sus mundos
Luz de parada roja
por mi cuerpecito
que siempre busca
el calor de un abrazo
luz de parada roja por mi alma
que siempre encuentra
a otra que la encanta
Me encanta la honestidad
del ser humano
en la busqueda de su anarkia
como la luna que viene y se va
o mujer que conoce
su alma de verdad
libertad que siento
en el momento
en el cual soy libre
libre como el viento
que empieza y no se para
hasta que tiene su fermento
libertad que siento
en este momento
(De vito)
Track Name: La Straniera
LA STRANIERA
Sotto
il cielo
di
Santa Croce a
parlare
di Freud
e Adam Smith
la
sua mano sfiorava
i capelli
i
tuoi occhi belli
il futuro è con te
l’amore
è la
cosa migliore
che porta a domani
E non c’è niente che possa arginare
un fiume in pienae in piena
E la terra che bolle e che chiama
il treno scorre la linea del tempo
Se ti avesse rapito il vento
se ti avesse rapito il vento…
Il tuo sogno abbracciava il sole
dalla torre vedevi lontano
Forse troppo e ti prese la mano
un viandante chiamato orrore
affamato di giustizia
ostaggio dell’ingenuità
Prigioniera di un fantasma
abbaglio di normalità
E i tuoi occhi li ha presi il mare
I tuoi anni buttati al sale
Il Sangue misto di veleno
ti ha nutrito col suo seno
tu straniera alla stazione
senza numero il vagone
Il treno è andato alla sua ora
da lontano fischia ancora
Solo un sibilo di vento
come un tenero lamento
Se ti avesse capito il tempo
se ti avesse rapito il vento
(Papi)
dedicata alla memoria di
Rossella Casini
Track Name: Panamerikana
PANAMERIKANA

Dejate llevar
por la Panamerikana
esta es la carretera
del dolor
con las manos
en la tierra arrastrada
por los estados
de las estrellas
son 50 o mas
quien lo sabe?
cada rato
conquistando mas
con la plata con fuerza
o chantajeando
son los gringos
de quien estoy hablando
Vamonos por la Panamerikana
vamonos conociendo
a los pueblos
vamonos dejando el alma
por el abuso y la opresion
vamonos por la panamerikana
carretera de dolor
vamonos cantando en coro
que viva la re-evolucion
vamonos cantando en coro
que viva,que viva
la re-evolucion
Cada lugar su re-evolucion
cada pueblo su re-evolucion
cada hombre su re-evolucion
cada mujer su re-evolucion
cada lugar su re-evolucion
cada pueblo su re-evolucion
cada hogar su re-evolucion
cada humano su....re-evolucion
(De vito